Regione autonoma Friuli Venezia Giulia

Situazione pazienti in Pronto Soccorso

Decertificazione

La nuova disciplina in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive

A partire dall’1 gennaio 2012 sono entrate in vigore le modifiche introdotte dall'art. 15 della legge 12 novembre 2011 n. 183 (Legge di stabilità 2012) alla disciplina dei certificati e delle dichiarazioni sostitutive contenuta nel Testo unico in materia di documentazione amministrativa emanato con D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445.

Le nuove norme hanno come obiettivo la completa "decertificazione" del rapporto tra pubblica amministrazione e cittadini, sostituendo alla tradizionale produzione dei certificati l'acquisizione diretta dei dati e delle informazioni presso le amministrazioni certificanti da parte delle amministrazioni procedenti o, in alternativa, la produzione da parte degli interessati di autocertificazioni o dichiarazioni sostitutive di atti di notorietà.

Le principali novità introdotte dalla legge 183/2011

Le certificazioni rilasciate dalle pubbliche amministrazioni in ordine a stati, fatti e qualità personali sono valide ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Di conseguenza, le pubbliche amministrazioni e i gestori di pubblici servizi non possono più richiederle né accettarle. Sui certificati rilasciati ai soggetti privati deve essere apposta, a pena di nullità, la dicitura "il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi".

Le certificazioni rilasciate dalle P.A. in ordine a stati, qualità personali, e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati.
Nei rapporti con tutti gli Organi della Pubblica Amministrazione (P.A.) ed i Gestori di Pubblici Servizi, i certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dell'atto di notorietà.

Dal 1 gennaio 2012, le amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi non possono più accettarli né richiederli. 

In ottemperanza a quanto richiesto dall'art. 72 del DPR 445/2000, l’Azienda Ospedaliero-Universitaria “S. Maria della Misericordia” di Udine ha individuato nell’Ufficio Affari Legali l’ufficio responsabile per tutte le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l'accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni procedenti che curerà gli adempimenti connessi.

Le Amministrazioni pubbliche ed i gestori di pubblici servizi possono trasmettere le istanze volte ad acquisire d'ufficio le informazioni oggetto delle dichiarazioni sostitutive (di cui agli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000) per le quali l’Azienda Ospedaliero-Universitaria “S. Maria della Misericordia” di Udine rivesta il ruolo di ente certificante, all’indirizzo di posta elettronica certificata: aoudsmm.protgen@certsanita.fvg.it

 

L’azienda

  aggiornato il 11.09.2012