Regione autonoma Friuli Venezia Giulia

Situazione pazienti in Pronto Soccorso

Lysososomal enzymes activity and GBA1 Genotyping in CSF of Parkinsons’s Disease Patients

Responsabile

Andrea Dardis

SOC

Centro di Coordinamento Regionale Malattie Rare

Bando

Michael J. Fox Foundation for Parkinson’s Research (MJFF)

Promotore

Università di Perugia - Dipartimento di Medicina

Scadenza

28 febbraio 2016

Descrizione del progetto

“Lysosomal enzymes activity and GBA1 genotyping in CSF of parkinson's disease patients: a confirmatory study”.
Finanziato dalla Fondazione Michael J Fox (USA). Anno 2015-2016.

Una caratteristica peculiare del morbo di Parkinson è rappresentata dalla disfunzione lisosomiale correlata a un difetto dello smaltimento della alfa-sinucleina. La presenza di mutazioni nel gene GBA1, che codifica l’enzima glucocerebrosidasi lisosomiale (GCase), rappresenta il fattore di rischio genetico più importante associato alla malattia di Parkinson. Uno studio recente che ha coinvolto una coorte di pazienti Parkinson confrontati con controlli affetti da altre malattie neurologiche, ha evidenziato una ridotta attività dell’enzima GCase nel fluido cerebrospinale (CSF) dei pazienti affetti da morbo di Parkinson, soprattutto nelle fasi iniziali della malattia, e un aumento del rapporto tra sinucleina oligomerica e sinucleina totale. La combinazione di questi fattori è risultata significativamente diversa tra i pazienti Parkinson dai controlli neurologici. Questi dati preliminari suggeriscono che i livelli di attività di alcuni enzimi lisosomiali nel CSF, in particolare della GCase, potrebbero rappresentare dei biomarkers per il morbo di Parkinson.
Alla luce di questi dati, questo studio si propone di confermare il potenziale ruolo dell’attività degli enzimi lisosomiali del fluido cerebrospinale come biomarcatori per la malattia di Parkinson, utilizzando una coorte di pazienti affetti da questo disordine, raccolti nel ambito del progetto lanciato dalla Michael J. Fox Foundation, BioFIND (New Discovery of Biomarkers). Questi pazienti essendo molto ben caratterizzati dal punto di vista clinico rappresentano il campione ideale per validare i nostri risultati preliminari.. Inoltre, con l’obbiettivo di analizzare ulteriormente l’ impatto delle mutazioni della GBA1 nello sviluppo della malattia di Parkinson, il progetto prevede l’analisi completa del gene GBA1 mediante sequenziamento massivo (metodo già validato dal laboratorio Malattie Rare).

Progetti di ricerca in corso

  aggiornato il 11.12.2015